Cercaseggiolini
adv
Joie Pact Pro

Passeggino gemellare e fratellare: ecco come sceglierlo

Non temere, con i consigli della guida sarà tutto più semplice!
giovedì 4 luglio 2019 | Redazione
Passeggino gemellare e fratellare: ecco come sceglierlo

COS'È il passeggino gemellare e fratellare

C’è un momento in cui, fra la gioia e lo sconcerto, i futuri genitori in attesa di due gemelli razionalizzano che avranno bisogno di organizzarsi per il trasporto dei due piccoli. Tutto al doppio, quindi? Non proprio, almeno per quanto riguarda il passeggino.

In commercio, infatti, c’è il passeggino gemellare che, come spiega il nome stesso, permette di trasportare due fratellini della stessa età grazie alla presenza di due sedute. Nel caso, invece, i bambini non siano gemelli ma d’età molto vicina, è disponibile il passeggino fratellare, che offre la possibilità di agganciare sullo stesso telaio due componenti non uguali. Per esempio, una seduta del passeggino in abbinamento con la navicella o con il seggiolino auto.

Sia che si tratti di gemellari che di fratellari, sul mercato se ne trovano di diversi tipi: passeggini gemellari leggeri, passeggini gemellari trio e così via. C’è solo l’imbarazzo della scelta, una volta capito quali sono le vostre esigenze.

COME sono i passeggini gemellari e fratellari

La caratteristica principale dei passeggini gemellari è che, per ovvi motivi, hanno un telaio più ingombrante considerato che deve ospitare due sedute e, nelle versioni modulari, anche tutti i componenti al doppio. La principale differenza con i passeggini fratellari sta nel fatto che, con questi modelli, è possibile abbinare sul telaio una coppia di componenti differenti, per esempio si può agganciare la seduta del passeggino per il fratellino più grande e accanto la navicella o l’ovetto per il piccolo.

Ad accomunare entrambi questi modelli sono, sostanzialmente, tre peculiarità:

  • la struttura del telaio, per ovvie ragioni, più ingombrante e pesante rispetto al passeggino singolo
  • la seduta reversibile (per i modulari) e lo schienale reclinabile
  • in base al modello, possono essere adatti per la città, off-road, modulari e anche leggeri modulari
  • modalità di chiusura di vari tipi in base alla tipologia. Solitamente ad ombrello per quelli leggeri e a libro per gli altri. In alcuni casi è necessario rimuovere le sedute, in particolar modo nei sistemi modulari.

Le configurazioni possibili

Sono due le configurazioni del passeggino gemellare/fratellare fra le quali i genitori di gemelli o fratelli molto piccoli possono scegliere, valutando le proprie specifiche esigenze.

  • Tipologia con sedute in fila
    Le sedute del passeggino sono disposte sul telaio in fila indiana. Questo comporta un aumento della misura in profondità del passeggino, mantenendo, invece, inalterata la larghezza che rimane quella di un passeggino “singolo”. Permette quindi di passare in spazi più stretti ma è più difficoltoso da guidare nelle sterzate. Le sedute solitamente possono essere rivolte entrambe fronte mamma o fronte strada o disposte una di fronte all’altra in modo che i bambini possano interagire fra loro.
  • Tipologia con sedute affiancate
    Le sedute del passeggino sono disposte sul telaio una accanto all’altra. Questo comporta un aumento in larghezza del telaio mantenendo, in questo caso, la profondità inalterata come in un passeggino singolo. In questa configurazione, potrebbe non passare negli ascensori, nei tornelli della metro o nelle porte strette, se non da chiuso. In questa modalità, le sedute sono solitamente reversibili fronte strada/fronte mamma nelle versioni modulari, mentre nella tipologia leggeri no.

QUANDO: scopri se va bene per l’età dei tuoi figli

Come i sistemi modulari trio o duo destinati ad un singolo occupante, anche i passeggini gemellari e fratellari sono indicati dalla nascita fino a 3-4 anni dei bimbi, sia che siano della stessa età sia che si tratti di passeggino fratellare nel quale i due componenti agganciati al telaio hanno, ovviamente, omologazioni per l’età differenti.

PERCHÈ: comprare o non comprare

Ultimo step prima di decidere la migliore soluzione per i vostri bimbi: ecco i motivi per acquistare o meno un passeggino gemellare o fratellare.

Passeggino gemellare e fratellare: pregi e difetti

Pregi:

  • moltissime possibilità di combinazione attualmente in commercio
  • seduta confortevole
  • di solito molto accessoriato

Difetti:

  • struttura più pesante
  • poco compatto nella chiusura
  • ingombrante nelle manovre di guida.

Perchè scegliere il passeggino gemellare o fratellare?

Per chi ha figli gemelli, è una scelta obbligata: per portarli a passeggio insieme serve un gemellare. Per quale optare? Leggero, trio, da città, off-road, in fila indiana o con sedute affiancate, dipende dalle specifiche esigenze dei genitori.

Le caratteristiche sono le stesse dei passeggini singoli, salvo per il fatto che bisogna considerare che sono tutte al doppio!
Se invece avete due figli con età differenti e il più grande necessita ancora del passeggino, ci si può orientare sulla soluzione fratellare, che permette di portarli a spasso entrambi, ognuno nel componente che è più adatto alla sua età.

Perchè non scegliere il passeggino gemellare o fratellare?

Diciamo che con i gemelli la scelta di un passeggino gemellare è abbastanza scontata; si potrebbero acquistare due passeggini singoli, ma la praticità sarebbe ancora più compromessa.
Nel caso dei passeggini fratellari si può optare per il passeggino singolo e magari una pedana, se prevista, per il secondo bimbo. Ma come sempre è una questione molto soggettiva.

adv
Inglesina System Quattro Aptica
adv
Chicco Trio Mysa con Kory Plus
Scegli il tuo prossimo seggiolino auto con Cercaseggiolini